Gravissima siccità in Zambia

Gravissima siccità in Zambia

Dallo Zambia ci è giunta notizia che la popolazione soffre per una severa mancanza di cibo dovuta a siccità e inondazioni durante la stagione del raccolto negli anni 2018 – 2019.
Abbiamo verificato con la Caritas dello Zambia e alcune notizie pubblicate dai giornali e la situazione appare anche più grave di quanto pensavamo.
Dice la Caritas attraverso il suo Presidente Evans Chinyemba, vescovo di Mongu:
” Le provincie Sud, Est, Ovest e Centro hanno subito il totale fallimento del raccolto. Questo significa che le famiglie in queste regioni non hanno prodotto nulla che le possa sostenere fino alla prossima stagione e i contadini stanno soffrendo seriamente la fame. Il 79% del raccolto ha risentito della siccità, il 13% dell’eccessiva pioggia, il 4% di entrambe. Al momento molte famiglie non hanno nulla da mangiare, sopravvivono con frutta selvatica e condividono l’acqua con gli animali.
Questo sicuramente comprometterà lo stato di salute di moltissime persone, specialmente dei bambini”
Il giornale Der Spiegel pubblica un’ intervista con Mr. Tembo, funzionario del Ministero dell’Agricoltura:
” La nostra media annuale di precipitazioni era da 800 a 1000 mm., ora, da Novembre ad Aprile, stagione delle piogge, è stata di 397 mm. Dieci anni fa producevamo circa 60.000 tonnellate di mais, nel 2019 ne abbiamo prodotto 5.000″
La maggior parte dei fiumi e dei ruscelli nello Zambia meridionale è inaridita e il livello della diga di Kariba, ai confini con lo Zimbabwe, è sceso di tre metri, riducendo drasticamente l’approvvigionamento di energia elettrica per l’intero paese.
Questa situazione causa l’aumento del costo del mais, cibo base per le famiglie, ora un sacco da 25 kg. ha triplicato il suo prezzo da 45 a 115 Kwacha, equivalente ad un aumento da 3 ad 8 euro.